Massimario

Art. 162

Merito Cassazione Tutte


Concordato preventivo - Attestazione - Sostituzione - Inammissibilità

L'attestazione del piano concordatario, nella sua forma idonea ad assolvere lo scopo previsto dalla legge, deve essere depositata al momento della domanda di concordato ed il disposto di cui all'articolo 162, comma 1, L.F. deve essere interpretato nel senso che il tribunale possa consentire esclusivamente una integrazione del piano e la produzione di nuovi documenti, ma non la sostituzione di una attestazione che si sia rivelata ab origine inidonea. La possibilità, prevista dall'articolo 175 L.F., di modifica della proposta fino al momento della votazione, non depone in senso contrario a quanto affermato perché in tal caso il deposito di una nuova attestazione si rende necessario come conseguenza della modifica della proposta. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Rovigo 20 marzo 2015



Concordato - Fallimento - Interesse del debitore alle impugnazione della sentenza dichiarativa di fallimento - Conversione delle ragioni di reclamo contro il diniego all'omologa in ragioni di reclamo contro la sentenza di fallimento - Sospensione feriale dei termini - Applicabilità

L'interesse del debitore all'impugnazione della sentenza dichiarativa del fallimento, la cui revoca è condizione indispensabile dell'omologazione, è necessariamente preminente rispetto all'interesse all'impugnazione del decreto di rigetto dell'omologazione, cosicché (al pari di quanto espressamente previsto dall'art. 162, comma 3, per il caso in cui il fallimento faccia seguito alla dichiarazione di inammissibilità della domanda di concordato) le ragioni di reclamo contro il predetto decreto restano assorbite dal gravame contro la sentenza e si convertono in ragioni di reclamo avverso la dichiarazione di fallimento. Non v'è dunque alcuna ragione per ritenere che al procedimento in esame, volto, in primo luogo, alla rimozione della sentenza dichiarativa, non sia applicabile il disposto dell'art. 92 del r.d. n.12/41 sull'ordinamento giudiziario, secondo il quale le cause relative alla dichiarazione ed alla revoca dei fallimenti non sono soggette ai termini di sospensione feriale. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Cassazione civile, sez. VI 05 marzo 2015



Concordato con riserva – Art. 161, comma 9, l.f. – Rinuncia – Inammissibilità della domanda

La disposizione di cui all’articolo 161, comma 9, l.f., la quale prevede la inammissibilità della domanda di concordato con riserva qualora il debitore abbia presentato analoga richiesta nei due anni precedenti, è applicabile anche all’ipotesi in cui la domanda sia stata oggetto di rinuncia. (Luca Caravella) (riproduzione riservata) Tribunale Napoli Nord 25 febbraio 2015



Concordato con riserva – Art. 161, comma 9 l.f. – Abuso dell’istituto – Valutazione Tribunale – Sussistenza

La norma costituisce un’esplicita e paradigmatica positivizzazione dei limiti che il legislatore ha voluto porre all’utilizzo abusivo dello strumento, ma non esaurisce di certo le possibili ipotesi di condotte abusive, la cui individuazione e valutazione non può che essere demandata all’attività interpretativa del giudice. (Luca Caravella) (riproduzione riservata) Tribunale Napoli Nord 25 febbraio 2015




Sfoglia:
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44