Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10154 - pubb. 10/03/2014


Tribunale Cassino 13 novembre 2013 - - Est. Petteruti.

Opposizione alla esecuzione ex art. 615 c.p.c. – Nuovo giudizio di opposizione alla esecuzione proposta dal difensore nell’ambito della stessa procedura esecutiva in virtù di procura speciale a margine di precedente atto di opposizione – Inammissibilità.

In materia di opposizione all’esecuzione ex art. 615 c.p.c., considerata la natura autonoma del giudizio di opposizione endoesecutivo, la procura speciale conferita al difensore per un giudizio, non abilita il medesimo a promuoverne altri seppur relativi alla medesima procedura esecutiva, salvo che non risulti conferita una procura generale ad lites cosicché qualora il difensore, in virtù di procura speciale rilasciata a margine di altro precedente atto di opposizione all’esecuzione, promuova un nuovo giudizio di opposizione nell’ambito della stessa procedura esecutiva, ne consegue l’inammissibilità dell’opposizione essendo stato, il nuovo giudizio, introdotto da difensore privo di procura. (Michela Forte) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Antonio De Falco


Il testo integrale