Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10415 - pubb. 15/05/2014


Appello Torino 16 aprile 2014 - Pres. Grimaldi - Est. Grosso.

Previsione di insufficiente realizzo - Accertamento dei crediti del lavoratore dipendente per l'attivazione del fondo di garanzia ai sensi della legge n. 297 del 1982 - Impedimento alla attivazione del provvedimento ex articolo 102 L.F. - Esclusione.

La ratio sottesa alla disposizione di cui all'articolo 102 L.F. è quella di evitare la prosecuzione della procedura fallimentare nell'ipotesi in cui, per insussistenza di un attivo, non potrà essere soddisfatto alcun creditore concorsuale; la norma risponde, quindi, ad un interesse generale, il quale prescinde dalle posizioni di singoli creditori ed impedisce la prosecuzione di un procedimento liquidatorio che non potrà avere utilità alcuna. (Nel caso di specie, la Corte ha respinto il reclamo proposto da creditori lavoratori dipendenti avverso il provvedimento del giudice delegato di non far luogo all'accertamento del passivo, escludendo il pregiudizio dagli stessi lamentato in considerazione del fatto che l'accertamento del credito in sede fallimentare non è l'unico modo per ottenere l'intervento del Fondo di garanzia di cui alla legge n. 297 del 1982). (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Paola Cuzzocrea


Il testo integrale