Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10453 - pubb. 22/05/2014


Tribunale Torre Annunziata 03 marzo 2014 - - Est. Silvia Blasi.

Intimazione di sfratto per morosità e notifica ex art. 143 c.p.c. dopo il mancato reperimento dell’intimato presso la residenza sita in luogo non coincidente con quello in cui si trova l’immobile locato – Mancata tempestiva conoscenza dell’intimazione per irregolarità della notifica – Opposizione tardiva alla convalida – Ammissibilità.

La validità di una notifica effettuata ex art. 143 c.p.c. necessita di una verifica rigorosa sui concreti rapporti tra le parti della vicenda controversa, dai quali di regola si possono rilevare i requisiti soggettivi e oggettivi che giustificano tale tipo di notifica. (Antonino Di Somma) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Antonino Di Somma


Il testo integrale