Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10507 - pubb. 05/06/2014


Appello Milano 15 aprile 2013 - Pres. Buono - Est. Bondì.

Risarcimento da incidente stradale – Massimale di polizza incapiente – Pluralità di danneggiati nello stesso sinistro – Azione di regresso INAIL – Divieto di esercizio se vi è pregiudizio dell'assicurato danneggiato al risarcimento dei danni alla persona non altrimenti risarciti – Possibilità di cumulo a favore del danneggiato del massimale di polizza e  dell'indennizzo previdenziale

In caso di risarcimento danni da incidente stradale con pluralità di danneggiati, qualora il massimale della polizza d'assicurazione del responsabile sia incapiente, il diritto di surrogazione dell'ente previdenziale non può essere esercitato in pregiudizio del credito non risarcito dell'assistito danneggiato per danni alla persona.  Il danneggiato può cumulare il massimale di polizza con l'indennizzo previdenziale (conferma Trib. Pavia n. 3023 del 2009). (Lorena Iannuzzi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Lorena Iannuzzi


Il testo integrale