Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10785 - pubb. 10/07/2014


Tribunale Napoli 02 luglio 2014 - - Est. D'Ambrosio.

Sequestro conservativo - Sequestro di beni costituiti in trust - Procedimento promosso nei confronti di persone fisiche, trustee e società - Giurisdizione

Qualora, nell’ambito dello stesso procedimento, venga richiesto il sequestro di beni appartenenti a trust, a persone fisiche ed a società, si dovrà fare applicazione: i) della legge scelta dal costituenti e quindi delle diverse normative indicate negli atti costitutivi dei trust; ii) dell’articolo 2 del regolamento CE n. 44 del 2001, il quale prevede il foro del domicilio del convenuto e, con riferimento al trust, dell’articolo 5, comma 6 del citato regolamento, secondo il quale la persona domiciliata nel territorio dello Stato membro può essere convenuta in un altro stato membro nella sua qualità di fondatore, trustee o beneficiario di un trust costituito in applicazione di una legge o per iscritto o con clausola verbale confermata per iscritto, davanti al giudice dello Stato membro nel cui territorio il trust ha domicilio; iii) dell’articolo 22 del medesimo regolamento il quale stabilisce che “indipendentemente dal domicilio, hanno competenza esclusiva in materia di validità, nullità o scioglimento della società o persone giuridiche, aventi la sede nel territorio dello Stato membro, con riguardo la validità delle decisioni dei rispettivi organi, i giudici di detto Stato membro. Per determinare tale sede il giudice applica le norme del proprio diritto internazionale privato". (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Prof. Francesco Fimmanò


Il testo integrale