Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 11222 - pubb. 24/09/2014


Cassazione civile, sez. V, tributaria 05 settembre 2014, n. 18755 - Pres. Piccininni - Est. Marulli.

Concordato preventivo - Commissario liquidatore - Legittimazione - Operazioni svolte nel corso ed in funzione delle operazioni di liquidazione - Sussistenza - Fattispecie in tema di azione di rimborso delle imposte a credito

La legittimazione del commissario liquidatore del concordato preventivo è riconoscibile nei soli limiti in cui la pretesa o l’obbligo siano sorti “nel corso ed in funzione delle operazioni di liquidazione”, diversamente dovendo riconoscersi che essa competa al debitore, che, così come non si spoglia della gestione dell’impresa e della gestione dei propri affari, parimenti ne è pure il diretto interlocutore processuale. (Nel caso specifico è stata riconosciuta la legittimazione del commissario liquidatore ad esperire l’azione di rimborso delle imposte a credito). (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale

Segnalazione di Paola Castagnoli, Dottore Commercialista in Luzzara (RE) - paola.castagnoli@studiocastagnoli.it

 

Massiamrio ragionato:

Legittimazione del commissario liquidatore

Contenzioso tributario