Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 11321 - pubb. 06/10/2014


Cassazione civile, sez. VI 25 giugno 2014, n. 14337 - Pres. Di Palma - Est. Bernabai.

Diritto Societario - Impugnativa di bilancio - Competenza arbitrale - Esclusione - Competenza del tribunale delle Imprese

L’impugnativa di bilancio di società di capitali non è arbitrabile, anche dopo la riforma del diritto societario. (Paolo Pautriè) (riproduzione riservata)

La redazione bilancio presenta margini di discrezionalità esclusivamente entro i limiti puntualmente definiti dalle regole in tema di redazione del documento contabile. (Paolo Pautriè) (riproduzione riservata)

La disponibilità dell’azione non deve essere confusa con la disponibilità del diritto e con l’oggetto dell’impugnazione. (Paolo Pautriè) (riproduzione riservata)

Va confermato il principio per cui, perché l’interesse sia qualificato come indisponibile, è necessario che la sua protezione sia assicurata  mediante la proposizione di norme inderogabili, la cui violazione  determina una reazione dell’ordinamento svincolata da qualsiasi iniziativa di parte, come, ad esempio, proprio per le norme dirette a garantire la  chiarezza e precisione del bilancio di esercizio. (Paolo Pautriè) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Paolo Pautriè


Il testo integrale