Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 11500 - pubb. 03/11/2014


Tribunale Venezia 15 ottobre 2014 - - Est. Gabriella Zanon.

Usura - Interpretazione dell’articolo 1815 c.c. - Nullità della clausola che prevede interessi usurari indipendentemente dalla sua applicazione - Nullità di qualsiasi clausola del contratto che prevede interessi anche non usurari - Esclusione

L’articolo 1815 c.c., ove prevede che “se sono convenuti interessi usurari, la clausola è nulla e non sono dovuti interessi” deve essere interpretato nel senso che è consentita la dichiarazione di nullità, e la conseguente caducazione, di una clausola che prevede interessi usurari per il solo fatto della semplice pattuizione a prescindere da una loro applicazione in concreto. La norma non può, tuttavia, essere interpretata nel senso di prevedere la nullità di ogni clausola relativa ad altri e diversi interessi, quali, ad esempio, gli interessi convenzionali, che non siano usurari. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Sebastiano Angelini


Il testo integrale