Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 11691 - pubb. 01/12/2014


Tribunale Pavia 24 novembre 2014 - Pres. Balba - Est. Antonella Caterina Attardo.

Concordato preventivo - Disciplina dei contratti in corso di esecuzione - Finalità

Concordato preventivo - Disciplina dei contratti in corso di esecuzione - Compatibilità con la fase di pre concordato

Concordato preventivo - Disciplina dei contratti in corso di esecuzione - Concordato con riserva - Intenzione dell'imprenditore di presentare un accordo di ristrutturazione dei debiti - Sospensione dei contratti - Ammissibilità

Concordato preventivo - Sospensione dei contratti in corso di esecuzione - Contraddittorio con le controparti contrattuali - Necessità - Casi di estrema urgenza - Procedimento di cui agli artt. 669-bis e ss c.p.c.

Concordato preventivo - Disciplina dei contratti in corso di esecuzione - Oggetto - Rapporti non ancora completamente eseguiti per il mancato raggiungimento dell'effetto finale

Concordato preventivo - Contratti in corso di esecuzione - Contratti bancari - Somme derivanti da cessione di credito - Autonoma sospensione - Ammissibilità

La disciplina di cui all’art. 169-bis l. fall. è volta sia a favorire le soluzioni concordate della crisi di impresa consentendo all’imprenditore di sottrarsi, anche solo temporaneamente, all’esecuzione di disposizioni contrattuali non compatibili con le soluzioni di superamento della crisi prospettate sia ad evitare il maturare di ulteriori e diversi effetti pregiudizievoli quali il pagamento di debiti concorsuali in violazione del principio di cristallizzazione del passivo al momento dell’apertura del concorso. (Andrea Balba) (riproduzione riservata)

La suddetta disciplina è compatibile limitatamente alle domande di sospensione dei contratti con la fase di preconcordato stante la reversibilità degli effetti ed i caratteri di provvisorietà e fluidità della domanda proposta ex art. 161, comma 6, l. fall.. (Andrea Balba) (riproduzione riservata)

Non osta alla concessione del provvedimento di sospensione dei contratti neppure la dichiarata intenzione dell’imprenditore, palesata nel ricorso introduttivo, di voler presentare entro il termine concesso un accordo di ristrutturazione dei debiti ex art. 182-bis c.p.c. in quanto quest’ultimo per espressa disposizione positiva è uno dei possibili esiti fisiologici della procedura preconcordataria. (Andrea Balba) (riproduzione riservata)

Il procedimento volto alla pronuncia di sospensione del contratto è deformalizzato, necessita del contraddittorio con le controparti contrattuali seppur, per il caso di estrema urgenza, con le modalità posticipate di cui agli artt. 669bis e ss c.p.c.. (Andrea Balba) (riproduzione riservata)

La disciplina di cui all’art. 169-bis l. fall. riguarda i contratti in corso di esecuzione ovvero rapporti giuridici obbligatori che hanno perfezionato il proprio iter formativo in epoca antecedente alla data di presentazione della domanda, ma non sono ancora completamente eseguiti per il mancato raggiungimento del loro effetto finale. (Andrea Balba) (riproduzione riservata)

Il mandato irrevocabile a versare le somme derivanti da contratto di cessione di credito su specifico conto corrente bancario, pur facendo parte di una complessa fattispecie contrattuale, può essere oggetto di autonoma sospensione quando, dall’interpretazione complessiva dei documenti negoziali, non solo appare dotato non solo di struttura e causa autonoma, ma anche quando risulta qualificabile come mera pattuizione di assistenza (non determinante)del complesso accordo negoziale in essere. (Andrea Balba) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Prof. Avv. Stefano Ambrosini


Il testo integrale



Massimario ragionato del concordato preventivo:

Concordato con riserva, scioglimento dei contratti

Ratio e natura dell’istituto

Accordi di ristrutturazione dei debiti (169 bis L.F.)

Contratti pendenti (182 bis L.F.)

Contraddittorio con il terzo contraente

I contratti in corso di esecuzione

Contratti bancari

Cessione di credito