Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 11820 - pubb. 18/12/2014


Tribunale Verona 28 ottobre 2013 - - Est. Vaccari.

Contratto preliminare – Azione di risoluzione proposta prima della dichiarazione di fallimento del promittente venditore – Controversie – Giudice ordinario – Opponibilità della sentenza alla massa

Le azioni di risoluzione proposte prima della dichiarazione di fallimento del venditore o promittente venditore restano assegnate al giudice ordinario, con opponibilità della sentenza alla massa, proprio in quanto già pendenti, anche quando il contraente abbia avanzato, unitamente alla domanda di risoluzione, quella di condanna al risarcimento del danno o alla restituzione di quanto corrisposto in esecuzione del contratto da risolvere ma, dette ultime domande, a norma del comma 5 - ultima parte - dell’art. 72 L.F., vanno dichiarate improcedibili nel giudizio ordinario e vanno riproposte davanti al giudice fallimentare con istanza di ammissione al passivo e potranno essere accolte con riserva. (Michela Forte) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Prof. Massimo Fabiani


Il testo integrale