Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12019 - pubb. 05/02/2015


Tribunale Treviso 13 gennaio 2015 - - Est. Caterina Passarelli.

Fallimento – Estinzione della società – Cancellazione dal Registro delle Imprese – Mandato fiduciario

Il mandato con il quale un fiduciante incarica un fiduciario di detenere per suo conto una quota di una determinata società di capitali, non cessa di avere effetto per il solo fatto del fallimento della società partecipata: la dichiarazione di fallimento non è infatti causa di scioglimento del contratto sociale. Pertanto, in mancanza di revoca del mandato, il fiduciario mantiene la sua qualità di socio, e ha diritto a ricevere il relativo compenso per l’attività svolta, finché la società partecipata non è estinta. (Andrea Vascellari) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Andrea Vascellari


Il testo integrale