Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12067 - pubb. 16/02/2015


Cassazione civile, sez. I 13 febbraio 2015, n. 2949 - Pres. Ceccherini - Est. Didone.

Reclamo contro i decreti del giudice delegato e del tribunale - Reclamo su reclamo - Esclusione

La previsione dell'articolo 26, comma 1, L.F., secondo la quale contro i decreti del giudice delegato del tribunale può essere proposto reclamo al tribunale o alla corte d'appello, deve essere interpretata nel senso di escludere la reclamabilità in appello del provvedimento con il quale il tribunale abbia già giudicato su reclamo avverso il provvedimento del giudice delegato. Diversamente opinando, poiché il reclamo proposto avanti il tribunale ha già comportato la consumazione del potere impugnatorio contro la prima decisione, si arriverebbe a consentire una duplicazione del mezzo di tutela (con un'inedita forma di "reclamo sul reclamo") e, in astratto, la possibilità di conseguire quattro gradi di giudizio, con evidente abuso del processo e violazione del principio della sua ragionevole durata (art. 111 Cost.). (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale