Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12232 - pubb. 11/03/2015


Cassazione civile, sez. III 25 febbraio 2015, n. 3569 - Pres. Salmè - Est. Sestini.

Nascita indesiderata – Malformazioni congenite del feto – Omessa informazione – Onere probatorio e di allegazione della gestante – Azione di risarcimento – Legittimazione del nato – Rimessione alle Sezioni Unite

Vanno rimesse alle Sezioni Unite, le questioni, oggetto di contrasto, collegate al danno da nascita indesiderata per mancata informazione sull’esistenza di malformazioni congenite del feto, e relative all’onere di allegazione e al contenuto della prova a carico della gestante, nonché alla legittimazione, o meno, del nato a pretendere il risarcimento del danno. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone


Il testo integrale