Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12233 - pubb. 11/03/2015


Tribunale Milano 12 febbraio 2015 - - Est. Antonella Cozzi.

Intermediazione finanziaria - Indicazione sull'ordine di acquisto dell'obbligo di informare l'investitore di variazioni significative del livello di rischio - Titolo facente parte dell'elenco PATTI CHIARI - Interpretazione favorevole al consumatore e dovere del clare loqui

L'espressione "Il titolo fa parte dell'elenco delle obbligazioni a basso rischio-rendimento PATTI CHIARI… Il cliente sarà tempestivamente informato se il titolo subisce una variazione significativa del livello di rischio...", riportata nell'ordine impartito dal cliente e ripetuta nella conferma dell'intermediario, comporta la assunzione da parte di quest'ultimo dell'obbligo di informare l'investitore nel caso di "variazione significativa del livello di rischio" e ciò indipendentemente dall'uscita del titolo dall'elenco PATTI CHIARI e dalla variazione dei  parametri di valutazione in esso indicati. A tale conclusione è consentito pervenire sulla scorta dei principi interpretativi desumibili dal TUF, ispirati alle esigenze di tutela dell'investitore, ai quali si aggiunge la previsione dell'articolo 38 della Carta dei diritti fondamentali dell'Ue, che, nel garantire "un livello elevato di protezione dei consumatori", impone all'intermediario il dovere del clare loqui ed all'interprete di intendere le norme ambigue nel senso agli stessi più favorevole. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Marisa F. Costelli


Il testo integrale