Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12759 - pubb. 01/06/2015


Tribunale Bologna 28 maggio 2015 - - Est. Gattuso.

Prima udienza – Opposizione a decreto ingiuntivo – Genericità delle doglianze – Assenza di riscontri documentali – Conversione del rito da ordinario a Sommario ex art. 183-bis c.p.c. – Sussiste

Opposizione a decreto ingiuntivo – Genericità delle doglianze – Intento dilatorio della opposizione – Responsabilità processuale aggravata – Sussiste

In materia di opposizione a decreto ingiuntivo, ex art. 645 c.p.c. nel caso in cui, alla prima udienza, il giudice rilevi che l'opposizione è del tutto generica e priva di qualsiasi riscontro documentale, concedendo la provvisoria esecutorietà del decreto opposto a norma dell'art. 648 c.p.c., può disporre la conversione del rito ex art. 183-bis c.p.c., così da definire il procedimento mediante ordinanza ex art. 702-ter c.p.c. (procedimento sommario di cognizione). (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)

In materia di opposizione a decreto ingiuntivo, se la domanda svolta in opposizione a decreto ingiuntivo è del tutto priva di fondamento ed ha avuto manifesta funzione dilatoria, l’opponente va condannato per lite temeraria ex art. 96 comma III c.p.c.. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone


Il testo integrale