Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12948 - pubb. 01/07/2015


Tribunale Bari 16 giugno 2015 - - Est. Valentina D'Aprile.

Usura - Applicazione della sanzione di cui all'articolo 1815, comma 2, c.c. anche gli interessi corrispettivi - Opposizione all'esecuzione - Richiesta di sospensione dell'esecuzione - Credito restitutorio dei clienti superiore all'importo delle rate scadute - Illegittimità della decadenza dal beneficio del termine

La possibilità che la sanzione prevista dall'articolo 1815, comma 2, c.c. possa essere applicata non solo agli interessi di mora usurari ma anche a quelli corrispettivi e che, conseguentemente, possa rivelarsi fondata l'eccezione sollevata dai clienti della banca di illegittimità della contestazione della decadenza dal beneficio del termine, possono costituire buone ragioni per accogliere la richiesta di sospensione della procedura esecutiva ai sensi dell'articolo 615 c.p.c. qualora il credito restitutorio nei confronti della banca per l'indebita percezione di interessi appaia superiore all'importo delle rate di mutuo scadute e non pagate. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Antonello Falco


Il testo integrale