Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 13014 - pubb. 08/07/2015


Tribunale Milano 04 marzo 2015 - Pres. Enrica Manfredini - Est. Rosa Muscio.

Separazione – Mantenimento dei figli – Mantenimento indiretto a carico del genitore non convivente – Quantificazione – Elementi rilevanti – Reddito netto percepito mensilmente – Spese di locazione – Sussiste

Ai fini della determinazione dell’ammontare in moneta che il padre è tenuto a versare alla madre a titolo di mantenimento indiretto della prole, deve tenersi conto del reddito effettivo dell’onerato e, pertanto, dalla retribuzione percepita deve essere detratta l’eventuale spesa sostenuta per far fronte al canone di locazione, tenuto conto del fatto che il genitore non convivente con i figli, deve predisporre un adeguato ambiente domestico per ospitarli, quando sono insieme. (Nel caso di specie, il padre percepiva un reddito netto mensile di euro 1600 circa e sosteneva un canone di locazione di circa euro 280 mensili. Il Tribunale ha stabilito il mantenimento in euro 400 mensili). (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone


Il testo integrale