IL CASO.it Crisi d'Impresa Famiglia e Minori Internet & Technology Penale Impresa Medico e Responsabilitą

    Diritto e Procedura Civile

 

Come inviare la giurisprudenza

  Home   News   Articoli  Proc.Civile   Fallimentare   Societario   Finanziario  Bancario  Persone  Famiglia  Civile  Trust   Condominio  

  Leasing   Tributario   Lavoro   Penale  Arbitrato   Deontologia   Cass. Sez.Un. Civili  Convegni e Formazione   Aste e Vendite   In Libreria   Ricerche   Ancona   Bari  
  Bologna   Brescia   Brindisi   Cremona   Firenze   Genova   Mantova   Milano   Modena   Monza   Napoli   Novara   Padova   Palermo   Parma    Pavia    Pescara  
  Piacenza   Prato   Reggio Emilia   Roma   Fori della Romagna   Salerno   S.M.Capua Vetere   Torino   Treviso   Udine   Varese   Venezia   Verona   Vicenza

 i Codici

 Civile

 Societario

 Condominio

 Amm. Sostegno


 Proc. Civile

 Mediazione

 Negoziazione Ass.

 Arbitrato


 Fallimentare

 Sovraindebitamento

 Amm. Straord.


 Bancario

 Testo Un. Bancario

 Risoluzione, Bail-in

 Finanziario

 Testo Un. Finanza


 Voluntary Disclosure

 Voluntary Rassegna

 Penale

 Proc. Penale


 Donazioni

 Invio decisioni

 Citazioni


 C.Cassazione

 C.Costituzionale

 Gazzetta Uff.

 Leggi UE

 Banca d'Italia

 Consob

(chiudi)

                

IL CASO - Rimessione in termini per la produzione di documenti analyticstracking.php

Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 6646 - pubb. 26/10/2011


Tribunale Napoli - Portici 15 marzo 2011 - - Est. Quaranta.

Procedimento civile - Rimessione in termini per la produzione di prove - Applicazione alle situazioni interne al giudizio - Documenti preesistenti che la parte era impossibilitata a produrre - Documenti sopravvenuti alla scadenza del termine.

L'ambito di applicazione del disposto di cui all'art. 184 bis c.p.c. - il quale prevede la rimessione nei termini per la produzione di prove che la parte non abbia potuto presentare in precedenza per causa a lei non imputabile - deve ritenersi limitato esclusivamente a quelle situazioni interne al giudizio, ossia verificatesi nell'ambito del suo svolgimento; ne deriva che la possibilità di ricorrere a tale istituto per il deposito di documenti sussisterà solo ove risulti che questi ultimi esistessero già in precedenza, ma la loro acquisizione sia stata resa impossibile a causa di un ostacolo non dovuto a colpa della parte, ovvero siano sopravvenuti alla scadenza. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario, art. 153 c.p.c.

Massimario, art. 184bis c.p.c.


Il testo integrale

 

                



     


Indirizzo per la citazione di questo documento: http://www.ilcaso.it/giurisprudenza/archivio/dpc.php?id_cont=6646.php

(chiudi)


Widgets Magazine






         IL CASO.it
 

 

 

 

Codici e Massimari

Codice civile

Codice proc. civile

Legge fallimentare

Diritto finanziario

Diritto societario

Arbitrato

Condominio

Amm. Sostegno

Sovraindebitamento

Amm. Straordinara

Finanziario

Bancario


Siti correlati

Corte di Cassazione

Corte Costituzionale

Gazzetta Ufficiale

Leggi UE

Banca D'Italia

Consob


Anteprima

news.ilcaso.it


Materie

Deontologia

Tributario


Direttore responsabile

Dott.ssa Paola Castagnoli

Riviste

Crisi d'Impresa

Famiglia e Minori

Penale Impresa

Medico e Responsabilitą

Internet & Technology


Cittą Top view

Milano

Torino

Roma

Napoli

Monza

Reggio Emilia

Padova

Verona

Firenze

Treviso

Venezia

Bari

Bologna

Brescia

Prato

Fori della Romagna


In libreria

Libri


Come inviare articoli
e sentenze

Norme redazionali

Corte di Cassazione

Sezioni Unite Civili

 

Ricerca documenti

Ricerca


Tutti gli archivi

Diritto Fallimentare

Diritto Finanziario

Diritto Bancario

Procedura Civile

Diritto Societario
   e registro imprese

Leasing

Diritto Civile

Famiglia e Minori

Persone e misure
   di protezione


Vendite competitive

Prossime vendite


Convegni

Prossimi convegni


Direzione scientifica

Direzione e comitati


Cookie

Cookie Policy