Riviste:   IL CASO.it Medico e Responsabilita'

  Internet & Technology Law Review

 

  

ISSN  2282-5894

HOME

     Rivista trimestrale di Diritto della Rete e dell'Information Tecnology

   Home    Articles    .it cases    Recent cases    Documents - Regulation    Convegni    Archives   
 

 i Codici

 Civile

 Societario

 Condominio

 Amm. Sostegno


 Proc. Civile

 Mediazione

 Negoziazione Ass.

 Arbitrato


 Fallimentare Giurisp.

 Fallimentare Ragion.

 Sovraindebitamento

 Amm. Straord.


 Bancario

 Testo Un. Bancario

 Risoluzione, Bail-in

 Finanziario

 Testo Un. Finanza


 Voluntary Disclosure

 Voluntary Rassegna

 Penale

 Proc. Penale


 Donazioni

 Invio decisioni

 Citazioni


 C.Cassazione

 C.Costituzionale

 Gazzetta Uff.

 Leggi UE

 Banca d'Italia

 Consob

(chiudi)

                

IL CASO - Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione per l’elezione dei membri del Parlamento Europeo analyticstracking.php

Il Caso.it, III, 304 - pubb. 14/04/2014


Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni
Delibera n. 138/14/CONS

Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia fissata per il giorno 25 maggio 2014. (1)



Segnalazione della Dott.ssa Ivana Nasti


Il testo integrale



Il commento
di Andreina Tarallo

La legge 31 luglio 1997, n. 249 e il decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177 (Testo Unico della radiotelevisione) individuano nella tutela del pluralismo uno dei compiti principali dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni nel settore radiotelevisivo.

I riferimenti normativi per l’attività di vigilanza si ritrovano poi nella legge 10 dicembre 1993, n. 515 e nella legge 22 febbraio 2000, n. 28, così come modificata dalla legge 6 novembre 2003, n. 313, oltre che nel decreto del Ministro delle comunicazioni 8 aprile 2004, che emana il Codice di autoregolamentazione per l’emittenza radiotelevisiva locale.

Chiamate ad applicare la normativa sono, per la RAI, la Commissione parlamentare di vigilanza e, per le televisioni e le radio private, l’Autorità, che si avvale dei Comitati regionali per le Comunicazioni (Corecom), per quanto riguarda l’emittenza radiotelevisiva locale.

In occasione di ogni singola consultazione elettorale, i due organismi previa intesa, provvedono ad emanare specifici regolamenti.

In vista della elezione dei membri del parlamento europeo spettanti all’Italia fissata per il giorno 25 maggio 2014, l’Autorità ha adottato la delibera n. 138/14/CONS, recante “Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per l’elezione dei membri del parlamento europeo spettanti all’Italia fissata per il giorno 25 maggio 2014”.

La predetta delibera è finalizzata a dare concreta attuazione ai principi del pluralismo, dell’imparzialità, dell’indipendenza, dell’obiettività e della completezza del sistema radiotelevisivo, nonché ai diritti riconosciuti ai soggetti politici dagli artt. 4 e 5 della legge 22 febbraio 2000, n. 28.

La relativa disciplina si applica a tutte le emittenti radiofoniche e televisive private, sia in ambito nazionale che  locale, e concerne le modalità di realizzazione dei programmi di comunicazione politica, nonché di quelli informativi, e le modalità di realizzazione e trasmissione dei messaggi politici autogestiti a titolo gratuito e a pagamento (questi ultimi realizzabili solo in ambito locale).

La delibera reca altresì specifiche previsioni sulle modalità di accesso dei soggetti politici alla stampa quotidiana e periodica.

La parte finale del provvedimento è poi dedicata all’attività di vigilanza sulla corretta e uniforme applicazione delle previsioni vigenti, all’attività di accertamento delle eventuali violazioni e ai conseguenti procedimenti sanzionatori: il potere di vigilare sul rispetto della legge e delle relative disposizioni attuative spetta esclusivamente all’Autorità la quale, ove accerti l’intervenuta violazione, applica le sanzioni previste dalla legge, anche nei confronti della Rai. (Andreina Tarallo)

                



     


Indirizzo per la citazione di questo documento: http://www.ilcaso.it/documenti/itl.php?id_cont=304.php

(chiudi)


Widgets Magazine






  Internet & Technology Law Review

  

Home page
Novità
.it cases
Recent cases
Documents

Archivi
Articles
All

Internet & Technology Law Review
Periodico trimestrale pubblicato in 42045 Luzzara (RE), Via Grandi n. 5, edito da:
Centro Studi Giuridici

Associazione di promozione sociale, con sede in 42045 - Luzzara (RE), Via Grandi n. 5, iscritta nel Registro Provinciale delle Associazioni di Promozione Sociale della Provincia di Reggio Emilia  al n. 53298/31, a far tempo dal 02/11/11.
P.Iva: 02216450201; C.F.: 01762090205

e-mail: csgeditore@gmail.com
Concessionaria per la pubblicità: IUS di Stamura Bortesi, con sede in 46029 - Suzzara (MN), Via Biocheria n. 23 - P. Iva: 02389250206.