Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10003 - pubb. 06/02/2014


Tribunale Milano 01 agosto 2013 - Pres. Bruno - Est. Lupo.

Opposizione allo stato passivo - Intervento e chiamata in causa di terzi nel giudizio - Esclusione.

Dopo la riforma della legge fallimentare del 2006 non è più ammissibile l’intervento ex art. 107 c.p.c. né la chiamata in causa di terzi nel giudizio di opposizione allo stato passivo, trattandosi di un giudizio esclusivamente endofallimentare che viene deciso non con sentenza ma con decreto e che assume rilievo unicamente ai fini del concorso, rivelandosi quindi inidoneo a produrre effetti nei confronti di soggetti diversi dal fallimento e dai creditori concorrenti. (Francesco Dimundo) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Francesco Dimundo


Il testo integrale