Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10104 - pubb. 26/02/2014


Appello Venezia 17 febbraio 2014 - Pres. Rossi - Est. Daniela Bruni.

Efficacia esecutiva dell’ordinanza ex art. 702 ter c.p.c. impugnata – Istanza di sospensione ex art. 283 c.p.c. e 351 co. 2° c.p.c. – Individuazione dei gravi motivi sia nel fumus sia nel periculum.

Efficacia esecutiva dell’ordinanza ex art. 702 ter c.p.c. impugnata – Istanza di sospensione ex art. 283 c.p.c. e 351 co. 2° c.p.c. – Fumus boni iuris: il Patto di Stabilità non legittima l’inadempimento od il ritardato adempimento – Accoglimento dell’istanza di sospensione.

Efficacia esecutiva dell’ordinanza ex art. 702 ter c.p.c. impugnata – Istanza di sospensione ex art. 283 c.p.c. e 351 co. 2° c.p.c. – Periculum in mora: ulteriore riduzione della liquidità del debitore – Accoglimento dell’istanza di sospensione.

I gravi motivi vanno individuati sia nel fumus, cioè nella rilevante probabilità della riforma della decisione appellata, a causa della manifesta erroneità delle statuizioni o per palesi errori logici o giuridici, individuati dai motivi di appello, sia nel periculum, cioè nel rischio che in conseguenza dell’esecuzione della sentenza il diritto controverso rimanga irrimediabilmente pregiudicato. (Feliciano Dal Bo) (riproduzione riservata)

Rilevato che nella specie non può essere esclusa, alla sommaria cognitio qui consentita, una riforma della sentenza gravata poiché il patto di Stabilità non legittima l’eccezione di inadempimento nei rapporti iure privatorum. (Feliciano Dal Bo) (riproduzione riservata)

Il periculum consiste nella ulteriore riduzione di liquidità che si aggiungerebbe all’inesigibilità di alcuni crediti (a causa della attuale crisi economica). (Feliciano Dal Bo) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Feliciano Dal Bo


Il testo integrale