Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10760 - pubb. 07/07/2014


Tribunale Torino 10 aprile 2014 - Pres. Scotti - Est. Silvia Vitrò.

Azione di classe – Contratti con i consumatori – Contratti bancari – Conti correnti non affidati – Commissione per scoperto di conto – Nullità – Sussistenza

E’ nulla la “Commissione per scoperto di conto” inserita in contratti di conto corrente privi di affidamento dopo l’entrata in vigore dell’art. 2-bis del D.L. 29 novembre 2008, n. 185, convertito nella L. 28 gennaio 2009, n. 2, in quanto tale norma, per il caso di conti non affidati, prescrive la nullità in ogni caso della commissione di massimo scoperto ed il divieto assoluto per la banca di prevedere una remunerazione ulteriore rispetto alla previsione degli interessi. (Nel caso di specie, il Tribunale ha pronunziato la nullità della “Commissione per scoperto di conto” all’esito di un’azione di classe ai sensi dell’art. 140-bis del Codice del consumo). (Fabrizio de Francesco) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Fabrizio de Francesco


Il testo integrale