Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10975 - pubb. 31/07/2014


Cassazione civile, sez. I 09 luglio 2014, n. 15600 - Pres. Vitrone - Est. Rosa Maria Di Virgilio.

Società in accomandita semplice - Violazione del divieto di ingerenza del socio accomandante negli affari della società - Presupposti - Natura gestoria degli atti - Assenza di procura speciale per il singolo affare

In tema di ingerenza del socio accomandatario negli affari della società, in violazione del divieto di cui all’articolo 2320 c.c., va precisato che il carattere gestorio dell’interessamento per gli affari della società richiede il contenuto non puramente esecutivo, ma decisionale ed autonomamente orientato, dell’att, e l’assenza di procura speciale per il singolo affare. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Umberto Pesciaroli


Il testo integrale