Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 1116 - pubb. 17/02/2008


Tribunale Isernia 05 dicembre 2007 - Pres. Ferdinandi - Est. Elena Quaranta.

Vendita a catena di autoveicolo – Consegna dei documenti necessari alla sua utilizzazione e tutela dell’ultimo acquirente ex art. 700 c.p.c. – Ammissibilità.

Tutela cautelare atipica – Provvedimento d’urgenza ex art. 700 c.p.c. – Perseguimento e tutela di un interesse ulteriore rispetto alla conservazione della cosa – Ammissibilità.

In caso di ripetuta trasgressione, da parte dei successivi venditori della medesima cosa (nella specie autoveicolo), dell’obbligo di consegnare i documenti necessari alla sua utilizzazione, l’ultimo acquirente ed attuale proprietario del bene può esperire ricorso ex art. 700 c.p.c. rivolto all’adempimento di detto obbligo non soltanto in via diretta contro il proprio venditore, ma anche in via surrogatoria, ex art. 2900 c.c., contro i precedenti danti causa, sino a quello che ha trattenuto presso di sé i documenti reclamati. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

Quando la domanda ha ad oggetto la consegna di un bene determinato, se il rischio che si vuole evitare è solo quello della mancata conservazione e custodia della cosa, allora la tutela atipica non è attivabile (essendo a tal fine predisposto lo strumento del sequestro giudiziario); quando invece si vuole ottenere altro (rispetto alla migliore conservazione della cosa) come per esempio l’utilizzo della stessa per la attività di impresa, allora tale interesse è tutelabile in via d’urgenza. In conclusione, i diritti a contenuto patrimoniale vanno esclusi dalla tutela in via d’urgenza quando la mancata soddisfazione non abbia ricadute su altro e sia facilmente risarcibile all’esito del giudizio di merito. (Nella specie è stata accolta la richiesta ex art. 700 c.p.c. volta ad ottenere la consegna dei documenti relativi ad autoveicolo acquistato sul presupposto che il ritardo nell’adempimento e quindi il decorso del tempo avrebbero fatto venir meno l’interesse all’adempimento medesimo). (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Roberto Cicerone


Massimario, art. 700 c.p.c.


Il testo integrale