Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 1126 - pubb. 13/02/2008


Tribunale Milano 05 febbraio 2008 - Pres. Marianna Galioto - Est. Francesca Maria Mammone.

Fallimento – Divorzio – Credito del coniuge ex art. 12 l. 898/1970 per la quota di indennità di fine rapporto – Istanza di ammissione al passivo proposta prima della sentenza di divorzio – Ammissione con riserva in via chirografaria.

Il credito del coniuge divorziando per la quota di indennità di fine rapporto riferibile agli anni in cui il rapporto è coinciso con il matrimonio (art. 12 bis l. n. 898/1970) deve essere ammesso al passivo del fallimento del coniuge avente diritto alla indennità in via chirografaria e con riserva ai sensi degli artt. 55 e 96 l. fall. subordinatamente al riconoscimento dell’assegno di divorzio con sentenza passata in giudicato. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Il testo integrale