IL CASO.it

Sezione I - Giurisprudenza

documento 115/2005

 

 

 

 

 

 

Tribunale di Brindisi – Giudice relatore Dr. Valentino Lenoci – 17 gennaio 2005.

(115-m)

Processo societario – Contenuto del decreto di fissazione di udienza – Indicazione delle questioni rilevabili d’ufficio – Invito alla comparizione personale delle parti ed al deposito di memorie con indicazione delle questioni bisognose di trattazione.

 

 

(115-t)

Il Giudice relatore dott. Valentino Lenoci

vista l'istanza di fissazione di udienza ex art. 9 d. lgs. 17.1.2003, n. 5, notificata nell'interesse di M.S. alla convenuta Banca Monte dei Paschi di Siena in data 24.11.2004, e depositata in cancelleria il 29.11.2004;

esaminati gli atti;

vista la nota di precisazione delle conclusioni ex art. 10, 1° co., d. l.gs. 17.1.2003, n. 5, depositata nell'interesse della Banca Monte dei Paschi di Siena s.p.a. in data 3.12.2004;

· vista la designazione del sottoscritto magistrato quale giudice relatore in data 13.12.2004;

· visto l'art. 12, 2° e 3° co., d. lgs. n. 5/2003;

FISSA

per la discussione l'udienza collegiale del 22.2.2005, ore 10.00 col seguito, dinanzi al Collegio commerciale-fallimenti-esecuzioni (ufficio Presidente dott. V. Fedele).

AMMETTE

i seguenti mezzi di prova: 1) prova testimoniale a mezzo del sig. I.S., sulle circostanze di cui alle lett. A), B) e C) della narrativa dell'atto di citazione; 2) C.T.U. contabile con riferimento al quesito sub n. 4) indicato nell'istanza di fissazione di udienza, nominando quale consulente il dott. Aurelio Mussardo;

NON AMMETTE

i seguenti mezzi di prova: 1) prova testimoniale a mezzo della sig.ra C.M., trattandosi di teste cointestatario dell'investimento effettuato dall'attore, e quindi di soggetto che avrebbe interesse ad intervenire nel presente giudizio; 2) interrogatorio formale del legale rappresentante della Banca 121 all'epoca dei fatti, in quanto la Banca 121 s.p.a. è un soggetto non più esistente, né è parte in causa; 3) C.T.U. con riferimento ai quesiti di cui ai nn. 1), 2) e 3) indicati nell'istanza di fissazione di udienza, trattandosi di quesiti che attengono a valutazioni tecnico-giuridiche, di esclusiva competenza del Tribunale; 4) ordine di esibizione di ogni documentazione eventuale esistente, stante la genericità della richiesta;

INDICA

le seguenti questioni di merito rilevabili d'ufficio: eventuale nullità del contratto di investimento sottoscritto per violazione di norme imperative (art. 21 d. lgs. n. 58/1998; art. 26 reg. Consob n. 11522/1998).

INVITA

le parti a comparire personalmente per l'espletamento dell'interrogatorio libero e del tentativo di conciliazione;

INVITA

le parti a depositare, fino a cinque giorni prima dell'udienza, memorie conclusionali, in particolare sulle seguenti questioni: a) dedotta nullità del contratto di investimento sottoscritto dall'attore; b) adeguata valutazione, da parte della Banca convenuta, del profilo di investitore rivestito dall'attore; c) rispetto, da parte della Banca convenuta, degli obblighi informativi dovuti, in relazione al tipo di investimento effettuato; d) grado di rischio dell'investimento; e) eventuale annullabilità del contratto di investimento per dolo o per errore; f) eventuale responsabilità precontrattuale della Banca convenuta.

AUTORIZZA

parte attrice a non citare per detta udienza i testimoni ammessi, disponendo che la citazione degli stessi sarà autorizzata per una udienza successiva, all'esito della discussione e dell'eventuale conferma del presente decreto da parte del Collegio ex art. 16, 4° co., d. lgs. n. 5/2003.

DISPONE

che, per gli stessi motivi, non sia, per il momento, comunicata la nomina al C.T.U. dott. Mussardo, e che lo stesso non sia convocato per l'udienza fissata.

MANDA

alla cancelleria per le comunicazioni e per gli altri adempimenti di

competenza.

Brindisi, 17 gennaio 2005.

Il Giudice relatore

(Dott. Valentino Lenoci)













 

         IL CASO.it
 

 

 

 

Codici e Massimari

Codice civile

Codice proc. civile

Legge fallimentare

Diritto finanziario

Diritto societario

Processo societario

Arbitrato

Condominio

Amm. Sostegno

Amm. Sostegno

Sovraindebitamento

Amm. Straordinara

Finanziario

Bancario


Fallimentare

Novità

Archivi

Leasing e Fallimento

Dottrina

Trust e crisi impresa

Legge fallimentare

Diritto societario

Novità

Archivi

Dottrina

Registro Imprese

Codice civile

Processo societario

Finanziario e bancario

Novità

Arch. finanzario

Arch. bancario

Dottrina

Contr. e mercati finanz.

Normativa comunitaria

Diritto civile

Persone e famiglia

Diritto civile

Archivi

Lavoro

Sez. Un. Civ. C. Cassaz.

Archivi

 

Giurisprudenza ABF

Novità

Ricerca documenti

Ricerca

Tutti gli archivi

Diritto Fallimentare

Diritto Finanziario

Diritto Bancario

Procedura Civile

Diritto Societario

Registro Imprese

Diritto Civile

Persone e Famiglia

Sez. Un. Civ. Corte di
  Cassazione

In libreria

In libreria

Vendite competitive

Prossime vendite

Convegni

Prossimi convegni

IL CASO.it

Foglio di giurisprudenza

Direttore responsabile: Dott. Paola Castagnoli

Editore: Centro Studi Giuridici

Sede: Luzzara (Reggio Emilia), Via Grandi n. 5. Associazione di promozione sociale, iscritta nel Registro Provinciale delle Associazioni di Promozione Sociale della Provincia di Reggio Emilia  al n. 53298/31 a far tempo dal 02/11/11.

P.Iva: 02216450201; C.F.: 01762090205

Concessionaria per la pubblicità: IUS di Stamura Bortesi, con sede in 46029 - Suzzara (MN), Via Biocheria n. 23. P. Iva: 02389250206.