Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 11819 - pubb. 18/12/2014


Tribunale Vercelli 12 dicembre 2014 - Pres. Marozzo - Est. Bianconi.

Rettificazione di attribuzione di sesso – Artt. 1 l. 164/1982 e 31, comma 4, d.lgs. 150/2011 – Sufficienza di intervenuta modificazione dei caratteri sessuali cd. secondari – Non sussiste – Necessità di intervenuta modificazione dei caratteri sessuali cd. primari – Sussiste

Ai fini della rettifica anagrafica dell'attribuzione di sesso è necessaria una modificazione dei caratteri sessuali cd. primari dell'istante attraverso intervento medico-chirurgico demolitivo e ricostrutttivo degli organi genitali riproduttivi. Ciò (de jure condito ed in mancanza di una rimeditazione legislativa della questione volta ad uniformare la normativa interna a quella degli Stati europei) alla luce della presumibile intenzione del Legislatore, che, se avesse voluto fare propria la distinzione concettuale medico-anatomica tra caratteri sessuali primari e secondari, avrebbe potuto farlo espressamente, oltretutto chiarendo la modificazione di quali e di quanti caratteri sessuali secondari, e con quale grado di profondità, sarebbe stata sufficiente ad ottenere la rettificazione. (Gianluigi Morlini) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Gianluigi Morlini


Il testo integrale