Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 1197 - pubb. 04/05/2008


Tribunale Milano 26 febbraio 2008 - - Est. Angela Bernardini.

Intermediazione finanziaria – Mandato a vendere titoli costituiti in pegno a garanzia di affidamento – Diminuzione del valore – Obbligo della banca di vendere i titoli – Esclusione.

La banca non può essere ritenuta responsabile della violazione del mandato a vendere “al meglio” i titoli del cliente costituiti in pegno a garanzia di un affidamento allo stesso concesso qualora, in base al contratto di pegno, tale mandato sia connesso alla facoltà di revoca dell’affidamento, facoltà il cui esercizio è per la banca del tutto discrezionale. Ne consegue che la diminuzione del valore dei titoli costituiti in pegno e la conseguente erosione del margine di garanzia non imponeva di per sé alla banca la revoca o la diminuzione dell’affidamento e la vendita dei titoli. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Prof. Avv. Sido Bonfatti


Fattispecie negoziali particolari, gestione patrimoniale


Il testo integrale