Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12712 - pubb. 25/05/2015


Tribunale Taranto 16 aprile 2015 - - Est. Gabriella Puzzovio.

Processo civile - Dichiarazione di fallimento - Interruzione - Decorrenza dalla conoscenza legale dell'evento introduttivo

All’esito di una interpretazione costituzionalmente orientata dell’art. 305 cod. proc. civ. anche per il curatore di un fallimento il dies a quo del termine di tre mesi per la riassunzione del processo decorre non dalla data di apertura del fallimento bensì dalla data di interruzione del processo in assenza di prova legale della conoscenza da parte del curatore dell’esistenza del giudizio medesimo in data antecedente alla dichiarazione di interruzione. (Vincenzo D'Ambra) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Vincenzo D'Ambra


Il testo integrale