Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12932 - pubb. 01/07/2015


Appello Milano 01 aprile 2015 - Pres. Buono - Est. Monica Fagnoni.

Amministrazione straordinaria - Azione revocatoria fallimentare nei confronti del gestore di linee aeroportuali - Ammissibilità

Il vettore non è obbligato a corrispondere al gestore i diritti e le tasse aeroportuali, in quanto, in caso di necessità e urgenza, qualora dalla violazione degli obblighi posti a carico del vettore derivino violazioni operative critiche e possibile compromissione del regolare svolgimento di attività operative, il gestore dei servizi aeroportuali può autonomamente applicare, salva successiva ratifica da parte dell'ENAC, le misure della interruzione di una specifica attività sino alla ripresa con correnti modalità o la sospensione di eventuali abilitazioni di esercizio o di accesso previste dal regolamento di scalo e dal manuale dell'aeroporto. In base a tali considerazioni, si deve ritenere esperibile l'azione revocatoria fallimentare ex articolo 67, comma 2, L.F. del vettore nei confronti del gestore dei servizi aeroportuali. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Andrea Mantovani


Il testo integrale