IL CASO.it Crisi d'Impresa Famiglia e Minori Internet & Technology Penale Impresa Medico e Responsabilita'

  Diritto Societario e Registro Imprese

 

Come inviare la giurisprudenza

  Home   News   Articoli  Proc.Civile   Fallimentare   Societario   Finanziario  Bancario  Persone  Famiglia  Civile  Trust   Condominio  

  Leasing   Tributario   Lavoro   Penale  Arbitrato   Deontologia   Cass. Sez.Un. Civili  Convegni e Formazione   Aste e Vendite   In Libreria   Ricerche   Ancona   Bari  
  Bologna   Brescia   Brindisi   Cremona   Firenze   Genova   Mantova   Milano   Modena   Monza   Napoli   Novara   Padova   Palermo   Parma    Pavia    Pescara  
  Piacenza   Prato   Reggio Emilia   Roma   Fori della Romagna   Rovigo   Salerno   S.M.Capua Vetere   Torino   Treviso   Udine   Varese   Venezia   Verona   Vicenza

 i Codici

 Civile

 Societario

 Condominio

 Amm. Sostegno


 Proc. Civile

 Mediazione

 Negoziazione Ass.

 Arbitrato


 Fallimentare Giurisp.

 Fallimentare Ragion.

 Sovraindebitamento

 Amm. Straord.


 Bancario

 Testo Un. Bancario

 Risoluzione, Bail-in

 Finanziario

 Testo Un. Finanza


 Voluntary Disclosure

 Voluntary Rassegna


 Donazioni

 Invio decisioni

 Citazioni


 C.Cassazione

 C.Costituzionale

 Gazzetta Uff.

 Leggi UE

 Banca d'Italia

 Consob

Ultime novità pubblicate
Diritto Societario:
  Merito  -  Legittimitą

Archivi
Documenti
Dottrina e Opinioni

Merito:   2017    2016    2015    2014    2013    2012    2011    2010   
2009    2008    2007    altre 
Legittimitą:   2017    2016    2015    2014    2013    2012    2011    2010   
2009    2008    2007    altre 

Registro Imprese

Ultime pubblicate
Merito:   2016    2015    2014    2013    2012    2011    2010   
2009    2008    2007    altre 
Legittimitą:   2016    2015    2014    2013    2012    2011    2010   
2009    2008    2007    altre 

(chiudi)


Diritto societario - Merito, le ultime 10 novitą
(in ordine di data di pubblicazione su questo sito)


Registro Imprese – Cancellazione di cancellazione di società di capitali – Presupposti – Prova effettiva della prosecuzione dell’attività gestoria – Conferimento di mandato ad un avvocato in epoca successiva alla cancellazione – Irrilevanza – Compimento di atti riconducibili all’oggetto sociale – Necessità

Può essere disposta la cancellazione dell’iscrizione della cancellazione dal Registro delle Imprese di una società di capitali qualora l’iscrizione relativa alla cancellazione della società sia avvenuta in difetto delle condizioni di legge, non risultando di fatto cessata l’attività d’impresa. A tale scopo, rileva il compimento di atti, successivi alla cancellazione, riconducibili all’attuazione dell’oggetto sociale, essendo peraltro irrilevante il mero conferimento di un mandato ad litem, di per sé neutro, che perciò, esso solo, non può in nessun caso costituire prova della prosecuzione dell’attività d’impresa. Invero, l’attività processuale svolta nel corso del giudizio dal difensore della società, anche dopo la cancellazione, rientra nell’attività svolta dal difensore quale dominus litis e, comunque (tenuto conto del contenuto tecnico-processuale dell’attività), non è indice univoco di prosecuzione dell’attività di impresa da parte di società cancellata. (Giuseppe Limitone) (riproduzione riservata) Tribunale Vicenza 10 maggio 2017.




Società di capitali – Nomina del liquidatore – Assemblea – Esito infruttuoso – Nomina giudiziale – Convocazione dell’assemblea – Non necessità

Il tribunale, ai sensi dell’art. 2487, comma 2, c.c., può provvedere alla nomina dei liquidatori della società senza necessità di convocare l’assemblea qualora la stessa sia stata in precedenza tenuta e non sia stata in grado di deliberare sul punto. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Treviso 31 luglio 2017.




Sequestro conservativo – Creditore particolare del socio di società semplice – Sequestro della società – Esclusione

Poiché l’art. 2905 c.c. prevede la possibilità di sottoporre a sequestro i beni del proprio debitore, ma non quelli di terzi, il creditore particolare del socio di società semplice, finché dura la società, può, ai sensi dell’art. 2270 c.c., far valere i suoi diritti sugli utili spettanti al debitore e compiere atti conservativi sulla quota spettante a quest'ultimo nella liquidazione. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Treviso 21 luglio 2017.




Società di capitali – Trasformazione eterogenea – Tipicità delle ipotesi – Trasformazione di società di capitali in liquidazione in trust liquidatorio – Esclusione

Società di capitali – Trasformazione eterogenea – Trasformazione di società di capitali in liquidazione in trust liquidatorio – Cancellazione dell’iscrizione dell’atto di trasformazione – Preclusione ex art. 2500 bis c.c. – Esclusione


Le ipotesi di trasformazione eterogenea previste e disciplinate dal legislatore costituiscono un numero chiuso, per cui non è predicabile la trasformazione di una società di capitali in liquidazione in trust liquidatorio. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

Non essendo l’operazione di trasformazione da ente societario in liquidazione in trust liquidatorio riconoscibile per l’ordinamento, la cancellazione dell’iscrizione dell’atto di trasformazione non può dirsi preclusa dalla disposizione di cui all’art. 2500 bis c.c. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)
Tribunale Roma 20 luglio 2017.




Associazione non riconosciuta – Trasformazione in srl – Ammissibilità

Responsabilità solidale di chi ha agito in nome e per conto dell’associazione non riconosciuta – Mancata opposizione dei creditori alla trasformazione di una associazione non riconosciuta in S.r.l. – Estinzione – Ammissibilità


È ammissibile la trasformazione eterogenea di una associazione non riconosciuta in una società a responsabilità limitata. (Bernardino Izzi) (riproduzione riservata)

La responsabilità solidale di chi ha agito in nome e per conto dell’associazione non riconosciuta viene meno in caso di mancata opposizione dei creditori alla trasformazione della associazione non riconosciuta in società a responsabilità limitata. (Bernardino Izzi) (riproduzione riservata)
Tribunale Bologna 16 giugno 2017.




Procedimento ex art. 2409 c.c. - Conflitto di interessi tra gli amministratori e la società - Nomina di  curatore speciale ex art. 78 c.p.c.

Nel procedimento ex art. 2409 c.c. c’è conflitto di interessi tra gli amministratori (cui sono addebitate le gravi irregolarità denunciate dal socio) e la società per la quale va quindi nominato un curatore speciale ex art. 78 c.p.c.; la società è infatti il soggetto potenzialmente danneggiato dalle irregolarità compiute dagli amministratori stessi. (Rolandino Guidotti) (riproduzione riservata) Appello Bologna 28 luglio 2017.




Società a responsabilità limitata - Conflitto di interessi - Contratti conclusi dagli amministratori - Interpretazione del termine «contratti» - Contratti a prestazione unilaterale - Fideiussione

Società a responsabilità limitata - Conflitto di interessi - Contratti conclusi dagli amministratori - Amministratore portatore di un interesse in conflitto con la società - Possibilità di influire sul contenuto negoziale dell'atto


Nel termine «contratti» utilizzato dalla norma di cui all'art. 2475-ter c.c. (la quale introduce, per le società a responsabilità limitata, una disposizione rispondente al principio generale sancito dall'art. 1394 c.c. in materia contrattuale disponendo che i contratti conclusi dagli amministratori che hanno la rappresentanza della società in conflitto di interessi, per conto proprio o di terzi, con la medesima possono essere annullati su domanda della società, se il conflitto era conosciuto o riconoscibile dal terzo) devono ritenersi ricompresi tanto i contratti sinallagmatici quanto i contratti a prestazione unilaterale, ai quali è riconducibile il contratto di fideiussione. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

L'art. 2575-ter c.c. presuppone che l'amministratore, portatore di un interesse in conflitto con la società, abbia la possibilità di influire sul contenuto negoziale dell'atto, così che, al contrario, ove egli si sia limitato a recepire all'interno del contenuto negoziale la volontà dei soci cristallizzatasi in una decisione della società, verrebbe meno la ratio che giustifica l'applicazione della norma, soluzione, questa, che appare  d'altra parte coerente con la norma di ordine generale di cui all'art. 1395 c.c., che esclude l'annullabilità del contratto con sé stesso se il contenuto del contratto è stato predeterminato dal rappresentato.

In questo senso è anche la giurisprudenza concorde di legittimità secondo cui, quanto al profilo dei rapporti esterni, se la società agisce a mezzo dei suoi amministratori, l'integrazione del potere statutario di rappresentanza - delimitato dall'oggetto sociale - può pervenire dall'assemblea dei soci; sebbene, infatti, questa non si identifichi con la società, tuttavia resta titolare del potere di assumere le decisioni concernenti la vita sociale, eventualmente sottoposte ad essa dagli amministratori, perché l'assemblea è l'organo capace di esprimere le scelte dell'impresa sociale, onde la sua determinazione non può restare irrilevante ai fini del valore verso i terzi dell'atto poi compiuto dagli amministratori che quel volere eseguano. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)
Tribunale Roma 03 aprile 2017.




Società di capitali – Delibera assembleare – Verbale – Foglio presenze – Impossibilità di conoscere i nominativi dei presenti ed il voto da ciascuno espresso – Annullamento

Deve essere annullata la delibera assembleare che non consenta di conoscere i nominativi dei presenti ed il voto da ciascuno espresso, con la precisazione che il foglio presenze che abbia un contenuto idoneo ad integrare i dati mancanti deve far parte integrante del verbale mediante espresso richiamo e materiale inserimento nello stesso. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Roma 31 marzo 2017.




Società per azioni – Rapporto con l’amministratore – Natura societaria – Eccezione di inadempimento

Nell’ambito del rapporto tra amministratore e società, l'eccezione di inadempimento mantiene un suo spazio di applicazione anche dopo la sentenza della Corte di cassazione, sez. un. civ.  n. 1545/2017 la quale ha escluso che il rapporto tra amministratore e società abbia natura parasubordinata; l’applicazione alla fattispecie della eccezione in questione ha, infatti, lo scopo di rafforzare l'adempimento delle obbligazioni in un contesto di corrispettività. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Appello Milano 18 luglio 2017.




Società - Rapporto con il liquidatore - Parasubordinazione - Clausola compromissoria - Divieto di cui all'art. 806, co. 2, c.p.c. - Applicazione - Esclusione

Il rapporto tra liquidatore e società non può essere definito di parasubordinazione, come chiarito dalle Sezioni Unite per l’analoga figura dell’amministratore, per cui è valida la clausola compromissoria inserita nel contratto individuale tra liquidatore e società,  non operando nella fattispecie il divieto di cui all’art .806, comma 2 c.p.c.. (Gastone Pea) (riproduzione riservata) Tribunale Venezia 27 giugno 2017.



Widgets Magazine





         IL CASO.it
 

 

 

 

Codici e Massimari

Codice civile

Codice proc. civile

Legge fallimentare

Diritto finanziario

Diritto societario

Arbitrato

Condominio

Amm. Sostegno

Sovraindebitamento

Amm. Straordinara

Finanziario

Bancario


Siti correlati

Corte di Cassazione

Corte Costituzionale

Gazzetta Ufficiale

Leggi UE

Banca D'Italia

Consob


Anteprima

news.ilcaso.it


Materie

Deontologia

Tributario


Direttore responsabile

Dott.ssa Paola Castagnoli

Riviste

Crisi d'Impresa

Famiglia e Minori

Penale Impresa

Medico e Responsabilitą

Internet & Technology


Cittą Top view

Milano

Torino

Roma

Napoli

Monza

Reggio Emilia

Padova

Verona

Firenze

Treviso

Venezia

Bari

Bologna

Brescia

Prato

Fori della Romagna


In libreria

Libri


Come inviare articoli
e sentenze

Norme redazionali

Corte di Cassazione

Sezioni Unite Civili

 

Ricerca documenti

Ricerca


Tutti gli archivi

Diritto Fallimentare

Diritto Finanziario

Diritto Bancario

Procedura Civile

Diritto Societario
   e registro imprese

Leasing

Diritto Civile

Famiglia e Minori

Persone e misure
   di protezione


Vendite competitive

Prossime vendite


Convegni

Prossimi convegni


Direzione scientifica

Direzione e comitati


Cookie

Cookie Policy