indice

Home

Massimario del Processo Societario

IL CASO.it

 

 

art. 26

indice

art. 28

 

 

Art. 27

 Reclamo

 

  1. Salvo che non sia diversamente disposto, il decreto, anche di modifica o revoca, è reclamabile dal soggetto interessato nel termine perentorio di dieci giorni dalla comunicazione del provvedimento.

  2. Se il provvedimento reclamato è stato emesso dal giudice singolo, il reclamo si propone con ricorso all'organo collegiale dello stesso tribunale, il quale provvede in camera di consiglio. Del collegio non può far parte il giudice che ha emanato il provvedimento reclamato. Se il provvedimento è stato emesso dal tribunale in composizione collegiale, il reclamo si propone alla corte d'appello, che pronuncia anch'essa in camera di consiglio.

  3. Il collegio, convocate le parti e assunte anche d'ufficio le informazioni ritenute necessarie, provvede con decreto motivato non impugnabile, con il quale conferma, modifica o revoca il provvedimento.

  4. Il reclamo non sospende l'esecuzione del provvedimento; tuttavia il presidente del collegio, in presenza di gravi motivi, può disporne la sospensione con decreto motivato.

 

Tribunale di Biella
                                                                   


Processo societario – Gravame contro ordinanza emessa in sede di reclamo cautelare – Ricorso straordinario per cassazione - Inammissibilità.

E’ inammissibile il ricorso straordinario per cassazione avverso l'ordinanza emanata, in materia alla quale si applica il rito societario, in sede di reclamo avverso un provvedimento cautelare, perchè priva anche in questo caso dei caratteri della definitività e della decisorietà.(Fattispecie relativa ad un provvedimento di diniego della sospensione della delibera impugnata, emanato nell'ambito del giudizio ex art. 2378 c.c. Cassazione civ. . 07 giugno 2007 .


Società per azioni – Diritto di recesso del socio – Determinazione giudiziale del valore di liquidazione – Reclamo – Legittimazione.

Nell’ambito del procedimento promosso ex art. 2437 ter c.c. soggetto interessato a proporre il reclamo ai sensi dell’art. 27 del d. lgs. 17 gennaio 2003, n. 5 è solo il ricorrente in quanto unico destinatario degli effetti del provvedimento e non anche la società le cui azioni sono oggetto di stima. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata) Tribunale Mantova 30 marzo 2006 .


Società a responsabilità limitata – Nomina e sostituzione del liquidatore – Assemblea straordinaria – Necessità.

Liquidazione in atto al 1 gennaio 2004 – Applicazione del regime previgente – Richiesta al presidente del tribunale di convocazione dell’assemblea.

Nuovo processo societario – Procedimento in camera di consiglio – Ambito di applicazione.

Società a responsabilità limitata priva di collegio sindacale – Sostituzione del liquidatore unico – Assemblea straordinaria – Convocazione – Procedimento in camera di consiglio nei confronti di una sola parte – Applicabilità.

La nomina dei liquidatori in sostituzione di quelli in precedenza nominati era di competenza della assemblea straordinaria anche prima della riforma del diritto societario. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

Ove la liquidazione della società sia iniziata prima dell’entrata in vigore della riforma, la convocazione dell’assemblea straordinaria per la sostituzione del liquidatore unico deceduto deve essere effettuata secondo quella che era la disciplina in vigore fino al 31 dicembre 2003. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

La nuova disciplina processuale introdotta dal d. lgs. 5/03 si applica anche a tutti i casi che, sebbene non espressamente richiamati, siano analoghi a quelli elencati negli artt. 29 e 33, purchè rientranti nell’ambio di applicazione dell’art. 1, co. 1° del citato decreto. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

All’ipotesi di convocazione dell’assemblea straordinaria per la sostituzione del liquidatore unico deceduto di società a responsabilità limitata priva di collegio sindacale deve applicarsi il procedimento di cui all'art. 28 del d. Lgs. n. 5/03 e, conseguentemente, la richiesta convocazione deve essere disposta dal giudice designato dal presidente del tribunale. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)
Tribunale L'Aquila 02 ottobre 2004
.

_____________________________________

 

 

 

indice

Home

Massimario del Processo Societario

IL CASO.it